Budapest, una “regina” sul Danubio

Vista notturna sul Danubio

Budapest, maestosa capitale dell’Ungheria, tagliata in due dal Danubio la rende indiscussa regina di queste acque. Ha una storia molto lunga e travagliata, ma piuttosto breve se invece consideriamo come punto di partenza la sua fondazione: l’unione delle città di Buda (a ovest del Danubio) con Pest (ad est del fiume) avvenne difatti solo nel 1873. Ciò che nacque fu una città multiforme, ricca di storia e cultura, ma anche distinta in due anime ben separate che ancora oggi si possono distinguere facilmente proprio dalla divisione naturale con il Danubio, spartiacque di due modi di vivere la capitale.

Da un lato ci sono le imponenti costruzioni mitteleuropee di Buda, la capitale storica, arroccata sulla collina da cui si dominano le rive del Danubio, con i suoi castelli, i suoi parchi, le sue gallerie d’arte; dall’altro lato Pest, più giovane, movimentata, ricca di locali e modernità, di attrattive commerciali e di quello spirito internazionale che ha fatto da traino a tutta la nazione ungherese in questi ultimi decenni.

Una visita alla città che tocchi anche solo le attrattive principali richiede svariati giorni, quindi cercate di essere ben organizzati!

Palazzo Reale - Budapest

Ovviamente il primo luogo di interesse da visitare è l’immenso Palazzo Reale, arroccato sulla collina di Buda, che è oggi sede della Galleria Nazionale. L’esposizione di opere d’arte nazionali e la continua rotazione di mostre temporanee la rendono una delle più importanti gallerie d’arte a livello europeo. Al momento presente, dal 30 Ottobre fino al 16 Febbraio la Mostra intitolata: Rubens, Van Dyck e lo splendore della pittura fiamminga.

Ma ovviamente già solo il Palazzo Reale è un’attrattiva in sé, grazie al suo stile barocco medievale e ai suoi tanti punti di interesse. In particolare il celebre Bastione dei Pescatori, in prossimità del palazzo Reale e della bella Chiesa di Mattia, offre splendide viste dall’alto. Questa antica roccaforte ha sette torri che rappresentano le sette tribù dei popoli magiari che si insediarono nel Bacino dei Carpazi nell’896 d. C.

Bastione dei pescatori - Budapest

Non mancate di fare una visita in tarda serata alla collina di Buda: dall’alto, la vista sul Danubio, sulla verde Isola Margherita e sulle luci di Pest è davvero mozzafiato!

Se volete salire ancora più in alto, vi suggeriamo una scalata alla collina di Gellért: prima di arrivare alla cima, da cui si domina la capitale, è possibile incontrare gli storici e omonimi bagni termali, il monumentale hotel Gellért in stile Liberty e la Chiesa nella Roccia, eretta negli anni ’20 per i monaci di San Paolo Eremita. Una volta arrivati in cima, oltre alla vista mozzafiato, vi troverete ai piedi della splendida Statua della Libertà, nel cuore della fortezza che prende il nome di “Citadella”, eretta nel 1851.

Statua della Libertà, Budapest

Restando in tema artistico, una visita al Museo di Belle Arti, ubicato nella scenografica Piazza degli Eroi è assolutamente imperdibile: qui vengono custodite opere artistiche provenienti da ogni epoca, alcune di valore inestimabile. Tra i tanti artisti qui esposti ricordiamo Bruegel il Vecchio, Raffaello, Giorgione e il Ghirlandaio.

 Museo di Belle Arti -  Szepmuveszeti Muzeum - Budapest

Non dimenticatevi di fare una capatina nelle più belle architetture religiose: tra le tante, è obbligatoria una visita alla grande Basilica di Santo Stefano, in stile neorinascimentale, e alla Grande Sinagoga, il più esteso luogo di culto ebraico d’Europa, al cui interno si può trovare anche un interessante museo dedicato alla vita quotidiana degli ebrei ungheresi e alle persecuzioni che subirono durante l’avvento del Nazismo. Non perdete anche lo stile neogotico della Chiesa di Mattia, in piazza della Santa Trinità, sulla collina di Buda e vicino al Palazzo Reale.

Chiesa di Mattia in Piazza della Santa Trinità

Arroccato sulla sponda orientale del Danubio, il Parlamento di Budapest, inconfondibile grazie alla sua maestosa architettura neogotica, è un altro luogo di interesse da non perdere. Oltre agli interessanti interni e alla monumentale cupola che ne giustificano una visita, il Parlamento regala ai turisti anche una spettacolare vista quando scende il sole, grazie alle sue luci che si riflettono nelle acque del più grande fiume d’Europa, offrendo così immagini di rara suggestione.

Parlamento di Budapest

Sempre lungo il corso del fiume si possono fare incontri sorprendenti: un modo intelligente per girare il centro città è fare un’escursione in bici lungo le sponde del Danubio, dato che c’è un’ampia e sicura pista ciclabile a disposizione. Mettete però in preventivo tante fermate, necessarie per fotografare tutti i luoghi di interesse che si incontrano nel giro di poche centinaia di metri. In particolare il monumentale Ponte delle Catene, splendidamente illuminato di sera, non potrà mancare nel vostro album di foto ricordo.

Ponte delle catene

Poco fuori dalla città si può visitare il Memento Park: un insolito viaggio ai tempi del regime comunista, rievocata da un parco tematico in cui una quarantina di gigantesche statue del secondo Dopoguerra ricorda il passato recente dell’Ungheria, offrendo immagini di un mondo che non esiste più.

Se volete invece fare una pausa nel verde, Budapest mette a disposizione dei visitatori alcuni parchi molto estesi e dall’atmosfera tranquilla: tra questi i più conosciuti sono il Városliget o Parco della Città, al cui interno si possono trovare i bagni termali Széchenyi, e l’ampia zona verde sull’isola Margherita, dove ha sede anche un piccolo zoo. Restando in tema di natura, nel pieno centro della città è possibile visitare il giardino botanico e zoologico, un’imponente struttura che ospita migliaia di esemplari di animali esotici di sicuro interesse per i più piccoli e non solo.

Giardino botanico e zoologico

Ricordatevi, in ogni caso, che Budapest è una capitale europea, in tutto e per tutto. È una metropoli molto estesa e altrettanto varia. Ci sono pertanto attrattive e luoghi di interesse adatti a ogni età e a ogni gusto. Prima di partire, quindi, fate una bella selezione dei luoghi da visitare (che sono veramente tantissimi) e non rimarrete delusi!

Copyright © Maggia Travellers

[le foto e i testi sono di proprietà esclusiva di Maggia Travellers]

Share!

Lascia un commento